Mauritania settore ittico e pesca

Mauritania e Opportunità nel settore ittico e pesca

Mauritania fishing pesca prodotti ittici

Con questo articolo siamo a presentarvi una importante opportunità in Mauritania nel settore pesca e lavorazione prodotti ittici.

SOGGETTI ED ENTI A CUI CI RIVOLGIAMO

Aziende operanti nell’ambito Ittico e Pesca e lavorazione prodotti ittici.

INTRODUZIONE: PERCHÉ LA MAURITANIA È STRATEGICA PER IL SETTORE PESCA E PRODOTTI ITTICI ?

La Mauritania, grazie alla sua posizione geografica, offre grandi opportunità nel settore della lavorazione delle risorse legate al mare, come la trasformazione e conservazione di prodotti ittici, l’algocoltura, coltivazione di frutti di mare e prodotti ittici. Molteplici sono le varietà di pesce che si trovano nelle sue acque, alcuni esempi: POLPO, CALAMARO, SEPPIA, SOGLIOLA, ST. PIETRO, BAVOSA LUPA, MIX, GRONCO, SCORFANO, PLATESSA, TRIGLIA, OMBRINA.

Più della metà del pesce pescato in Mauritania, raggiunge i consumatori fresco o congelato, solo il 10% è destinato all’inscatolamento, il resto finisce nei rifiuti per l’assenza di unità trasformatrici e per la bassa presenza di celle frigorifere. Mediante una piccola linea di lavorazione è possibile entrare nel Paese da protagonista e cogliere questa grande opportunità di sviluppo, aprendosi successivamente alle esportazioni a tutti i mercati Africani gravati da un dazio molto basso (5% ) e del Nord America privo di dazio e gravato solo da spese di trasporto, rispetto all’Europa che ha dazi molto più alti.

Per il pesce fresco sarà cura di IBS prendere accordi con i pescatori grandi, medi e piccoli e disporre di quantitativi e volumi piccoli, medi o elevati secondo il progetto di business. Le quantità di pesce congelato sono quasi illimitate, ed occorre sottoscrivere un contratto in funzione del Business Plan di trasformazione.

Mauritania pesca e fondali
ESEMPI

Un esempio chiarificatore è la lavorazione della bottarga che viene lavorata prevalentemente in modo artigianale dalle cooperative di donne che si concentrano solo su questo prodotto di alto valore economico e trascurano completamente il cefalo, gettandolo nei rifiuti; si potrebbe invece sfilettare il pesce e produrre olio e farina di pesce con la testa e le lische. É possibile trattare ogni tipologia di pesce realizzando vari prodotti a valore aggiunto; la trasformazione del polpo, della seppia e del calamaro possono percorrere una corsia preferenziale per la loro qualità e quantità nel Paese.

COSTI

Attualmente, i costi di costituzione di una società in Mauritania ammontano a circa 2.000 euro, 500 euro / mese i costi per un ufficio ai quali si aggiungono altri 500 euro di spese varie.
Per quanto riguarda la mano d’opera da impiegare, il costo è di 150 euro / mese per un operaio generico e di 250 euro / mese per operaio specializzato.

IL VALORE AGGIUNTO APPORTATO DA IBS PER IL VOSTRO BUSINESS IN MAURITANIA

La nostra organizzazione grazie alla partnership con persone chiave nelle Istituzioni Locali e nell’ambito commerciale e tra persone referenziate locali di lingua italiana è in grado di supportarvi ed affiancarvi, nello sviluppo di una unità produttiva in Mauritania per la lavorazione e trasformazione dei prodotti ittici, nella qualificazione di questa opportunità, al fine di permettervi di individuare il potenziale di business per la vostra azienda.

Tra i nostri servizi :

- supporto per l’avviamento di una unità produttiva con dettaglio costi per i vari steps, comprensivi di costituzione società, uffici, gestione amministrativa annua;
- identificazione dell’area dove creare l’impianto e l’attività produttiva;
- scouting agevolazioni fiscali e finanziarie in loco;
- supporto in itinere e progettazione per la richiesta di eventuali finanziamenti mediante Banca africana di sviluppo, BEI o BCE;
Per lo start-up dell’attività produttiva occorre organizzare una missione e fare uno studio di fattibilità preventivo che sarà nostra cura effettuare a vostro favore.

MAGGIORI VANTAGGI GRAZIE ALLA ZONA FRANCA

Free Zone of Nouadhibou

Di seguito una breve panoramica delle potenzialità ed una presentazione della zona franca di NOUADHIBOU in Mauritania, che offre notevoli vantaggi all’imprenditore nella creazione di impresa, tra i quali:

- Forte diminuzione dei costi per l’impresa investitrice grazie alle agevolazioni governative;
- Benefici per i beni in vendita non gravati dall’IVA e/o da imposte e accise, o altre tasse,;
- Zero tasse sugli utili d’impresa per i primi 7 anni, 7% dall’8° al 15° anno, 25% successivamente;
- Esenzione totale dai dazi doganali;
- Maggiori investimenti nel territorio da parte di investitori privati e donors internazionali;
- Sviluppo generale dell’economia del territorio con ripercussioni sul singolo business;
- Centralizzazione dei servizi amministrativi e velocizzazione delle pratiche burocratiche tramite Sportello unico per Investitori esteri;
- Vantaggi finanziari, sociali e amministrativi in aggiunta alle agevolazioni fiscali.

LINK
Mauritania Country Profile

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Scrivere una mail mediante la sezione di contatto sotto, indicando i riferimenti di dettaglio e sarà nostra cura contattarvi per approfondimenti.

contact IBS by mail

Venture Capital – parco fotovoltaico

Venture Capital – parco fotovoltaico

Venture Capital parco fotovoltaico campo impianto

INVESTIRE NELLE ENERGIE RINNOVABILI IN UN PARCO FOTOVOLTAICO IN MODALITÀ VENTURE CAPITAL

OBIETTIVO

Cerchiamo INVESTITORI NAZIONALI o INTERNAZIONALI per PROGETTO VENTURE CAPITAL con l’obiettivo di costruire un PARCO FOTOVOLTAICO o più PARCHI FOTOVOLTAICI della potenza nominale di 3 – 5 MW ciascuno, attraverso moduli fotovoltaici che utilizzino l’energia solare e l’effetto fotovoltaico per produrre energia elettrica che sarà acquistata da enti governativi mediante concessione di 20 anni rinnovabile e copertura assicurativa per rischio paese e altri rischi.

INFORMAZIONI DI DETTAGLIO PROGETTO PARCO FOTOVOLTAICO IN VENTURE CAPITAL

CAMPO FOTOVOLTAICO : costituito da moduli fotovoltaici, cavi di connessione, quadro di comando, inverter, quadro di protezione e controllo. La tipologia di impianto sarà grid connected ossia connesso in rete mediante rete elettrica di distribuzione gestita da Enti Governativi. Potranno essere inclusi sistemi meccanici automatici ad inseguimento solare.

POTENZA NOMINALE IMPIANTO : 3 – 5 MW e potranno essere effettuati anche più impianti di tale potenza nominale in varie zone del paese estero.

GESTORE DELL’ENERGIA PRODOTTA : l’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico verrà acquistata dagli Enti governativi responsabili della gestione della rete elettrica, e tale fornitura sarà regolamentata da una concessione governativa / statale.

DURATA CONCESSIONE : anni 20 con rinnovo.

ASSICURAZIONE : la polizza assicurativa garantita da Enti sovranazionali e intergovernativi, nonché dal Governo dello stato in cui l’impianto verrà costruito, avrà lo scopo di tutelare il titolare dell’impianto, i partner finanziari / gli investitori contro i rischi connessi all’attività. Nello specifico si intendono coperti il rischio paese, i rischi di natura economica ed operativa fornendo una completa copertura per i rischi collegati al progetto, affinché sia garantita in caso di problematiche di varia tipologia la remunerazione del capitale investito e degli utili derivanti dalla vendita della energia elettrica prodotta.

AMMORTAMENTO : l’ammortamento degli impianti si stima in 4- 5 anni in funzione della produzione di energia elettrica (legata alle performance dei pannelli fotovoltaici) e all’importo a KWh che sarà negoziato con le Autorità e con gli Enti Governativi in funzione della località dove l’impianto o gli impianti saranno collocati. Inoltre qualora saranno raggiunti tutti gli obiettivi di efficienza dell’impianto, ci potrà essere un periodo di ammortamento ancora più ridotto, massimizzando ulteriormente la redditività dell’investimento.

REDDITIVITÀ DELL’INVESTIMENTO IN VENTURE CAPITAL: essendoci un periodo di recupero del capitale investito molto breve, i restanti anni nei quali la concessione sarà attiva consentiranno forti utili, e lo stesso nel periodo successivo al rinnovo della concessione dopo scadenza.

AZIENDA PRODUTTRICE DELL’IMPIANTO : sono in valutazione numerose Aziende produttrici di moduli fotovoltaici / pannelli sia Aziende italiane, sia Aziende straniere. L’azienda fornitrice dell’impianto sarà selezionata attraverso la sua capacità di garantire che il livello qualitativo e l’innovazione tecnologica dei pannelli e dell’impianto siano tali da garantire:

- Qualità elevata e tipologia dei pannelli impiegati nell’impianto compatibili con le caratteristiche del territorio dove il parco fotovoltaico andrà costruito. In particolare trattandosi di zone ad alta intensità di irraggiamento solare saranno considerate tecnologie HTR (high temperature resistant).
- Indipendentemente dal luogo di produzione dei sopra indicati pannelli (produzione italiana o estera) essi dovranno essere certificati per livello di efficienza e durata del singolo panello nelle condizioni meteo previste. Inoltre dovranno avere una resa per pannello e per metro quadro adeguata considerando una radiazione solare media pari a circa 5,0 KWh/m 2/ day su superfice orizzontale.
- La tipologia di pannello sarà mono o policristallino in funzione sia previsto o meno l’inseguitore solare che aumenta la produzione di energia elettrica e il rendimento complessivo dell’impianto.
- Durata nel tempo del singolo pannello.
- Numero di linee di produzione per il risultato auspicato, con coerente numero di inverter.
- Produzione di un numero di kWh elevato in condizioni ottimali in un anno, in relazione alle caratteristiche dell’impianto.
- Spazio da considerarsi aggiuntivo per costruire all’interno dello stesso le strade per veicoli per uso manutenzione.
- Costi contenuti per un programma di manutenzione, tale da mantenere al massimo l’efficienza dell’impianto nel tempo.
- Programma di manutenzione e attrezzature necessarie.
- Reparti di produzione separati tra loro, allo scopo di poter provvedere alla singola manutenzione senza bloccare il riversamento in rete dei restanti reparti.
- Sistema di controllo della reale produzione per singolo reparto e sistema di rilevazione di eventuali guasti o cadute di produzione, un sistema di monitoraggio sulla produzione. Eventuale smart grid per continuità se richiesto dalle istituzioni o da alcuni impianti situati in alcune zone specifiche.
- Impianto fornito chiavi in mano ad un costo competitivo.
- Sarà nostra cura garantire una adeguata estensione territoriale per garantire lo spazio necessario alla costruzione del campo fotovoltaico.

ALTRO PROGETTO NEL SETTORE RENEWABLE ENERGY

Nell’ambito di un progetto completamente indipendente siamo interessati anche ad investitori privati per IMPIANTI FOTOVOLTAICI AD ISOLA (STAND ALONE) tramite impianto non connesso alla rete di distribuzione, che sfrutti l’energia prodotta e accumulata mediante accumulatore di energia (batteria). L’impianto si intende pertanto costituito da un campo fotovoltaico, batteria di accumulo, regolatore di carica, inverter.

CONTATTACI

Chiunque abbia un concreto interesse a candidarsi come partner / investitore/ finanziatore nell’ambito dei progetti VENTURE CAPITAL indicati, è pregato di contattarci mediante il modulo di CONTATTO evidenziando nell’OGGETTO della richiesta “PARCO FOTOVOLTAICO” e specificando i propri riferimenti per essere richiamata/o.

Grazie per l’Attenzione

Segreteria IBS

ALTRE INFORMAZIONI:
- Wikipedia: Parco Fotovoltaico
- Wikipedia: Grid Connection
- Wikipedia: Grid-Connected photovoltaic power system
- Esempio di Green Energy Park in Italia, dedicato nello specifico alla sostenibilità ambientale: Fenice Green Energy Park
- Wikipedia: Venture Capital

contact IBS by mail

Cacao origine Costa D’Avorio grezzo in semi da macinare

Cacao Costa D'Avorio grezzo in semi da macinare

DISPONIAMO DI CACAO ORIGINE COSTA D’AVORIO GREZZO IN SEMI DA MACINARE

CERCHIAMO BUYER, DISTRIBUTORI, GROSSISTI, AZIENDE DOLCIARIE CHE TRASFORMINO O COMMERCIALIZZINO IL CACAO

DESCRIZIONE RICHIESTA : attraverso la nostra presenza in Costa D’avorio mediante nostri collaboratori italiani, localmente residenti in Costa D’Avorio, ed esportatori impegnati professionalmente nella esportazione e commercializzazione del Cacao, siamo in grado di OFFRIRE il CACAO di origine COSTA D’AVORIO che come è risaputo presenta ottime caratteristiche merceologiche ed organolettiche. Essendo la Costa D’Avorio il maggiore produttore mondiale di Cacao, è possibile disporre di grossi quantitativi e di una produzione e fornitura costanti.

CONTATTACI

Chiunque sia interessato ad avere maggiori informazioni in merito al CACAO di origine COSTA D’AVORIO è pregato di inviarci una richiesta mediante il modulo di CONTATTO evidenziando nell’OGGETTO della richiesta “CACAO COSTA D’AVORIO” e specificando i propri riferimenti per essere ricontattato.

contact IBS by mail

ALCUNE INFORMAZIONI AGGIUNTIVE SUL CACAO

cacao semi fiori frutti Costa D'Avorio

ORIGINE DEL CACAO , CLASSIFICAZIONE, PROPRIETÀ’ : la specie comunemente denominata cacao viene tecnicamente indicata con nomenclatura binomiale Theobroma Cacao L.1753. Si ottiene da una pianta appartenente alla famiglia delle Sterculiaceae genere Theobroma, originaria dell’America Meridionale (secondo classificazione APG attribuita alle Malvaceae).

In natura si presenta mediante un albero sempreverde alto circa 5 – 10 metri, con foglie ovali lucide nella parte superiore, tuttavia non tutte le specie di cacao presentano foglie verdi. I fiori a mazzetti bianchi, verdi o rosei spuntano sul tronco, e si trasformano successivamente in fiori di cacao o cabossidi.

Dall’ovario del fiore si svilupperà poi il frutto (cabossa), di un colore giallo verde, di forma a cedro allungato, che assumerà un colore bruno rossastro a maturazione avvenuta. La buccia presenta dei solchi longitudinali, e all’interno per ogni frutto ci sono circa da 25 a 40 semi ovali e piatti a forma di mandorla di un colore bruno – viola .

I semi si trovano immersi in una sostanza zuccherina di consistenza quasi gelatinosa che contiene anche grassi, albuminoidi, alcaloidi e coloranti. Tra gli alcaloidi citiamo la caffeina (in minore quantità) che è un eccitante e la teobromina che ha potere euforizzante e proprietà diuretiche tanto che era in passato utilizzata prima dell’avvento di farmaci più efficaci per promuovere la diuresi nel caso di scompensi cardiaci. Assumere grosse quantità di cioccolato potrebbe indurre una dipendenza psicologica proprio per la presenza di queste sostanze.

Il peso della cabosside che può misurare da 10 a 15 cm, varia da 300 a 500 gr tuttavia in casi rari può arrivare a pesare anche 1 kg.

TIPOLOGIE DI CACAO :

- Cacao Criollo : conosciuto anche come Theobroma Cacao Cacao, di elevato pregio, ricco di aromi e sostanze odorose, diffuso in America Centrale e in Sud America (Ecuador, Venezuela). I semi sono bianchi, profumati e poco amari. Necessita di molte cure e ha una resa scarsa, rappresenta circa il 10% del cacao in commercio e ha un prezzo alto dunque adatto per cioccolato di elevatissimo pregio e costo.
- Cacao Forastero : denominato Theobroma Cacao Sphaerocarpum, o cacao di consumo, ossia il prodotto che più facilmente si trova sul mercato. Proviene da semi violetti dal gusto forte ed amaro, tramite questo cacao si produce l’80% del cioccolato in commercio. La sua coltivazione avviene soprattutto in Africa occidentale, in Brasile e nel Sud Est Asiatico.
- Cacao Trinitario : è un mix dei 2 precedenti, un ibrido che viene coltivato soprattutto in Amazzonia, Trinidad, Messico, Caraibi, Venezuela, Colombia, Asia Sud Orientale e rappresenta solo il 10% della produzione mondiale.

COLTIVAZIONE DEL CACAO : seppur la fruttificazione dura per oltre 30 anni, la pianta del cacao richiede costi iniziali non trascurabili per le spese di impianto e inizia a produrre cacao dal quinto anno. Siccome la pianta teme l’insolazione diretta spesso viene coltivata all’ombra di piante come banani e palme che sono caratterizzate da una maggiore altezza.
Il 90% della produzione arriva da piccoli coltivatori africani, da fattorie tra i 2 – 5 ettari dunque di piccole dimensioni, mentre solo il 5% da grandi produttori con appezzamenti di almeno 40 ettari.
Benché la fruttificazione sia continua durante l’anno, esistono tuttavia 2 periodi di massima raccolta, e le piante generalmente producono 1 -2 kg di semi ciascuna.

MAGGIORI PAESI PRODUTTORI DI CACAO: la Costa D’Avorio è il maggiore produttore mondiale di Cacao con una produzione di circa 1 milione e 330 mila tonnellate metriche all’anno. Segue il Ghana con 736 mila tonnellate metriche, l’Indonesia, la Nigeria, il Brasile, il Camerun, l’Ecuador, Colombia, Messico, Papua Nuova Guinea, Malesia, Repubblica Dominicana, Perù, Venezuela, Sierra Leone, Togo, Argentina, Filippine, Repubblica del Congo, Isole Salomone con una produzione di 5000 tonnellate metriche anno. La produzione globale di cioccolato è in flessione del 5%, se ne mangia meno ma di migliore qualità e maggiore costo.

CURIOSITÀ SUL CACAO:

- Ha un potere anti ossidante molto elevato, ossia indice 80933 che corrisponde a 19 volte il potere ossidante di una mela;
- E’ un ottimo energetico e stimolante, sembra avere anche proprietà anti depressive;
- I primi coltivatori e utilizzatori del cacao nella storia sembra fossero i Maya. Gli Europei scoprirono il cacao dopo la scoperta dell’America con Cristoforo Colombo che ricevette in dono il Cacao presso l’isola di Guanaja durante il suo quarto viaggio. Nel 1606 ci sono documenti che attestano la produzione di cioccolato a Venezia e a Firenze. Nel 1879 a Berna il Sig. Lindt Rodolphe avvia la produzione di cioccolato fondente.

LAVORAZIONE DEI SEMI DI CACAO :

la produzione di cacao mondiale, l'export, l'import

Ogni pianta è in grado di fornire circa 1 – 2 kg di semi secchi. Il cacao inizialmente raccolto viene fermentato, essiccato e poi macinato e di ottengono i semi secchi, si ha circa il 50% di resa rispetto al cacao inizialmente raccolto. Le fasi della lavorazione del cacao sono le seguenti :

- RACCOLTA : si raccoglie la cabossa, si schiaccia, si lascia riposare per circa 7 giorni, si estraggono polpa e semi in essa contenuti. Un albero di dimensioni medie produce all’incirca dai 20 ai 50 frutti maturi nell’arco di 12 mesi.

- FERMENTAZIONE : la polpa e i semi vengono fatti fermentare per circa 6 giorni in cassoni di legno, ad una temperatura di 45 – 50 gradi celsius. La polpa si liquefa e viene successivamente eliminata. La fermentazione è un processo molto importante e la sua corretta espletazione consente di evitare un sapore troppo amaro (fermentazione insufficiente) o un seme insipido (fermentazione eccessivamente spinta) poiché in questa fase avviene l’ossidazione dei polifenoli contenuti da cui l’aroma che il cioccolato sarà in grado di sprigionare.

- ESSICCAZIONE : serve per bloccare la fermentazione, ridurre la % di umidità presente e fermare la produzione di muffe che deteriorerebbero il prodotto; tuttavia per le componenti del prodotto danneggiate, si trattano le stesse e si ottiene un sottoprodotto, il cosiddetto “Burro di Cacao” che trova utilizzo nell’industria della cosmesi. L’essicazione rende i semi fragili, affinché per pressione si possano aprire e siano pronti per la lavorazione che segue. I semi sono pronti per essere insaccati e spediti ai centri di raccolta. L’essicazione come la precedente fase di fermentazione necessita di esperienza e conoscenza dei processi chimici sottostanti, poiché una inadeguata essiccazione soprattutto se frettolosa o accelerata tramite procedure artificiali genera un cacao di bassa qualità esclusivamente adatto per produzioni industriali di bassa gamma.

- TOSTATURA o (comunemente ed erroneamente definita Torrefazione) : il processo ha una durata compresa tra poco più di 1 ora a 2 ore, viene effettuato a temperatura differente a seconda che sia richiesta la produzione di cioccolato (98 – 104 gradi C) o cacao in polvere ( 116 – 121 gradi C). Nel caso si debba produrre cacao fondente la temperatura viene leggermente incrementata. Il processo di tostatura viene condotto in particolari essiccatoi dove i semi vengono investiti da una corrente calda di aria con adeguata umidità residua, oppure tramite letti fluidi di avanzamento. Il tutto comporta l’addolcimento e la decorticazione del cacao. Attraverso le reazioni di Maillard e di ossidazione dei composti fenolici presenti, nonché l’evaporazione di acido acetico e degli esteri volatili, si costituirà l’aroma che caratterizzerà il cioccolato una volta giunti a fine lavorazione nell’industria dolciaria, pertanto anche questa fase risulta molto delicata. Infine utile segnalare che la tostatura assolve anche ad una funzione sanitaria molto importante poiché consente di eliminare microrganismi, parassiti e larve che fossero sopravvissuti ai precedenti trattamenti termici.

- DECORTICAZIONE e DEGERMINAZIONE : dopo queste operazioni i cotiledoni possono essere venduti allo stato di fatto, oppure vengono triturati.

- TRITURAZIONE : mediante cilindri caldi i cotiledoni vengono macinati, il grasso viene fuso, si ottiene una massa fluida e viscosa, denominata “liquore o massa di cacao”. Solo nella produzione industriale viene addizionato il carbonato di potassio K2CO3, con lo scopo di neutralizzare i tannini e amalgamare i grassi contenuti. La massa di cacao può a questo punto essere utilizzata per la produzione di cioccolato oppure può seguire la lavorazione successiva che ottiene la separazione delle sostanze adipose.

- SEPARAZIONE DEL GRASSO : consiste nel separare il burro di cacao ancora presente che non è già stato separato tramite processi meccanici di pressione durante il corso della lavorazione.

- MACINAZIONE : si ha la produzione di polvere partendo dalle lastre ottenute dalla lavorazione precedente. La polvere che si ottiene viene chiamata “cacao solubile” anche se improprio chiamarla così visto che il cacao per sue caratteristiche chimico fisiche rimane comunque in sospensione in soluzione acquosa.

- SOLUBILIZZAZIONE : tramite vapore acqueo, carbonato di sodio Na2CO3 e di potassio K2CO3, viene eliminata la porzione di grasso restante, l’amido si trasforma in destrina (metodo olandese).

COSTA D’AVORIO E COLTIVAZIONE DI CACAO, PRODUZIONE DI CIOCCOLATO, PRODUTTORI A LIVELLO GLOBALE, CONSUMO NEL MONDO

cacao cioccolato produzione consumo

PRODUZIONE DI FAVE DI CACAO : il 45 % della produzione mondiale di fave di cacao è legata a Costa D’avorio, Ghana e Nigeria.

CHI LAVORA LA MATERIA PRIMA CACAO : ci sono pochi soggetti detentori di grosse realtà industriali che gestiscono il cacao proveniente dal sud del mondo, destinato al nord. Tra queste possiamo citare: Cargill e Archer Daniels Midlands (USA), Nestlé e Barry Callebaut (Svizzera), che lavorano e processano l’85% delle fave di cacao prodotte a livello mondiale.

IL MERCATO DEL CIOCCOLATO : un mercato da 100 miliardi di $, 10 aziende che si dividono il 43% della produzione mondiale del cioccolato, tra cui Lindt specializzata verticalmente nella produzione di cioccolato, mentre altre come Ferrero, Nestlé, Mars, Hershey, Cadbury con una specializzazione nella produzione di prodotti di varia tipologia a base di cacao.

IL RISCHIO CLIMATICO E LA PRODUZIONE DI CIOCCOLATO : negli ultimi 40 anni ci sarebbe stata secondo il Grantham Research Institute on Climate Change, una diminuzione dei terreni dove ci sono le condizioni per la coltivazione del cacao. Per via del surriscaldamento globale, che ha determinato un aumento delle temperature e andrà a comportare in Ghana e Costa D’Avorio un incremento di 2 gradi centigradi nei prossimi anni, potrebbe determinarsi un clima troppo caldo e secco per la coltivazione del cacao, materia prima per la produzione del cioccolato e fonte di sostentamento primaria delle economie di Costa D’Avorio e Ghana.

IMPLICAZIONI SOCIALI : purtroppo essendo la coltivazione del cacao il business più redditizio del paese, non mancano risvolti discutibili dal punto di vista sociale, sull’utilizzo di forza lavoro minorile, tuttavia sembra che le multinazionali più attive nel paese si siano impegnate per ridurre l’impiego di minori nella coltivazione e nella lavorazione della materia prima del cacao. In Costa D’Avorio i ragazzi impegnati nella raccolta sono saliti del 51% nel 2013 – 2014 rispetto ai dati del 2008 – 2009. In Ghana invece secondo l’ONU il lavoro minorile è calato del 7% con una riduzione di 960 mila unità rispetto agli organici. I grossi player internazionali hanno sottoscritto un accordo per una riduzione del 70% entro il 2020 dei minori impiegati nella raccolta del cacao.

IL CONSUMO DI CIOCCOLATO : il consumo annuo di cioccolato in Europa è di circa 1 milione e 800 mila tonnellate, mentre è di 1 milione e 300 mila tonnellate circa in America del Nord e del Sud, di 130 mila tonnellate in Africa, e circa 600 mila tonnellate in Asia e Oceania. I principali consumatori al mondo di cioccolato in ordine svizzeri, irlandesi e britannici.

COSTA D’AVORIO, DATI SUL PAESE :

Nome Completo : Repubblica della Costa D’Avorio, nome ufficiale “République de Côte d’Ivoire”.

Dati sull’organizzazione dello Stato : Repubblica Semi presidenziale, indipendente dalla Francia dal 1960, ingresso nell’ONU nel 1960. Organizzazione territoriale: 14 distretti, 31 regioni, 105 dipartimenti, 510 sotto-prefetture, più di 1000 comuni e 8000 villaggi.

Lingua : lingua ufficiale Francese e Yamoussoukro.

Dati geografici e anagrafici : Paese dell’Africa occidentale Subsahariana. Superficie 322 460 km2, popolazione quasi 20 milioni di abitanti, densità 61 abitanti a km quadrato. Nome degli abitanti “ivoriani”. CONFINA con Liberia, Mali, Guinea, Ghana, Burkina Faso. CLIMA caldo umido equatoriale nella zona meridionale, tropicale nella zona centrale, arido nella porzione settentrionale.

Dati economici : PIL nominale circa 31 miliardi di $, PIL pro-capite nominale circa 1550 $.

Risorse del territorio ed Economia: la Costa D’Avorio è uno dei paesi più ricchi di materie prime dell’Africa.
- Molte delle risorse economiche derivano dall’Agricoltura e dalle coltivazioni di cacao, caffè, olio di palma, canna da zucchero, noci, banane, ananas, cotone, caucciù, patate, miglio, manioca, riso, mais;
- Molte attività economiche derivano da metalli e minerali come manganese, diamanti, bauxite, nichel, oro;
- Altre attività sono focalizzate sullo sfruttamento di giacimenti di petrolio.

LINK

- wikipedia: Cacao
- wikipedia: Costa D’Avorio
- wikipedia: Cioccolato

contact IBS by mail

Uganda Opportunità di Business

Uganda Opportunità di Business e Country Profile

Uganda Country Profile Doing Business

SERVIZI OFFERTI DA IBS NEL TERRITORIO DELL’ UGANDA

IMPORT – EXPORT
- Importazione ed Esportazione di merci e beni tra Italia ed Uganda;
- Esportazione di beni dall’Uganda verso i paesi con cui l’Uganda ha siglato accordi di libera circolazione e nell’ambito dei paesi della macro Regione in cui l’Uganda è situata.

BUSINESS DEVELOPMENT
- Nell’ambito di progetti di Export o IDE (Investimento Diretto Estero) attuazione di Ricerche di mercato e analisi di fattibilità;
- Ricerca di fornitori, clienti, partner commerciali o per investimenti diretti estero;
- Gestione relazioni presso le Autorità locali e governative nell’ambito di progetti che prevedano la creazione di imprese o nell’ambito di progetti di sviluppo territoriale che assorbano del personale locale;
- Creazione di sedi di rappresentanza, show rooms per promuovere la vendita di prodotti o servizi nel territorio dell’Uganda.
- Opportunità di investimento nel settore PARCHI FOTOVOLTAICI con concessioni governative garantite tramite polizze assicurative da enti sovranazionali per 20 anni e rinnovabili, il tutto attraverso una modalità di Venture Capital (Maggiori INFO).

ASSISTENZA E CONSULENZA SPECIALISTICA
- Assistenza su temi di natura legale, doganale, fiscale, contabilità;
- Procedure amministrative e burocratiche per la creazione di società in Uganda, sedi di rappresentanza od operative nell’ambito di un Investimento Diretto Estero (IDE);
- Attività di business planning e business modeling;
- Ottenimento agevolazioni e fondi statali per investitori interessati a sviluppare un progetto in Uganda;
- Assistenza e consulenza in operazioni finanziarie e bancarie;

Republic of Uganda map

UGANDA INFORMAZIONI GENERALI

NOME UFFICIALE: Republic of Uganda
SUPERFICIE : 241.551 Km²;
POPOLAZIONE : 37,58 milioni (2013) Banca Mondiale;
DENSITÀ DI POPOLAZIONE : 146 ab/Km²;
CAPITALE : Kampala (1.660.000 ab.), altre città Kira 300.000 abitanti, Gulu 154.000 abitanti, Lira 109.000 abitanti;
PIL NOMINALE (in miliardi di USD PPP): 54,37
INCREMENTO PIL ATTESO (2015): + 6,9 %
PIL PRO-CAPITE (in USD PPP): 1477
RIPARTIZIONE PIL : 32,4% Agricoltura, 21,2% Industria, 46,4% Terziario
PRINCIPALI RISORSE ECONOMICHE : turismo, e prodotti caffè, mais, te;
LINGUE UFFICIALI : Lingua inglese, Lingua swahili
GRUPPI ETNICI : 30% Baganda, 10%, Basoga, 9% Banyankore, 7% Kiga, altre tribu bantu, nilotiche e sudanesi 44%;
RELIGIONE : prevalente la religione Cattolica 35%, segue Protestante 25%, infine Musulmana 6%;
VALUTA : Scellino ugandese
FORMA DI GOVERNO : Repubblica Presidenziale
CLIMA : Equatoriale – tropicale
MONTI PRINCIPALI : Ruwenzori 5.110 m
FIUMI PRINCIPALI : Nilo circa 770 Km tratto ugandese, su un totale di 6671 Km
LAGHI PRINCIPALI : Lago Vittoria 30.000 Km² parte ugandese, Lago Alberto 5400 Km², Lago Edoardo 2200 Km², Lago Kyoga 1300 Km²;
ISOLE PRINCIPALI : Buvuma e Isole Sese (Buggala, Bukasa, Kkome);
PREFISSO TELEFONICO NAZIONALE : +256

SETTORI DI OPPORTUNITÀ

Importanti prospettive di crescita sono attese nei settori:

- delle costruzioni, anche grazie ai cospicui contributi dei privati e dei donors internazionali ;
- nelle esplorazioni e nello sviluppo petrolifero, nel 2016 è atteso l’avvio della produzione petrolifera;
- nel settore minerario ed estrattivo dove ci sono grossi potenziali ancora inespressi;
- nel settore delle energie rinnovabili con particolare riferimento al settore fotovoltaico e idroelettrico;
- nel settore agro-industriale sia produzione che esportazione in paesi esteri nell’ambito degli accordi regionali e di cooperazione internazionale;
- nel settore dei servizi, specificamente per quello che riguarda le telecomunicazioni e i trasporti.

UGANDA, PERCHÈ SCEGLIERLA PER IL PROPRIO BUSINESS ESTERO

ECONOMIA STABILE : negli anni ’80 l’Uganda ha lanciato il programma di riforme economiche, e mantiene una stabilità macro-economica tale da risultare particolarmente indicata per investimenti stranieri, grazie alle molte attività economiche liberalizzate e ai progetti di trasformazione attivati nell’ambito di prodotti agricoli, pesca, attività manifatturiere, energia e infine turismo.

INCENTIVI STATALI E AGEVOLAZIONI PER INVESTITORI STRANIERI : l’ Uganda aderisce al MIGA “Multilateral Investment Guarantee Agency” e al “International Centre for Resettlement of Investment Disputes” che si riferiscono a regole neutrali di arbitrato internazionale in tema di controversie collegate ad investimenti diretti esteri. Il Governo inoltre e’ attivo nella formulazione di politiche economiche, infrastrutturali e sociali con un costante dialogo con i privati. Questo consente sia ad investitori stranieri che ugandesi garanzie e facilitazioni in relazione agli IDE (investimenti) ed esportazioni in Uganda.

POSIZIONE STRATEGICA ED ACCESSO AI MERCATI REGIONALI ED INTERNAZIONALI : L’ Uganda grazie alla sua posizione geografica, oltre al mercato interno consente un facile accesso ai tutti i mercati regionali, i mercati della comunità dell’Africa dell’Est “East African Community” di circa 140 milioni di consumatori, candidandosi come ponte per accedere a 26 Paesi.

POSIZIONE GEOGRAFICA DELL’ UGANDA: l’ Uganda con capitale Kampala è uno Stato dell’Africa centro Orientale che confina a nord con il Sudan del Sud, ad est con il Kenya, mentre a sud con Tanzania e Ruanda, infine a ovest con la Repubblica Democratica del Congo, non ha sbocchi sul mare. L’ambiente è condizionato dalla presenza di vasti bacini idrici, costituiti dai Laghi Vittoria e Albert che sono tra loro collegati dal Nilo. La grande abbondanza d’acqua rende il paese uno dei più fertili dell’Africa ed in grado di fornire una costante produzione ed eccedenza di derrate alimentari. La morfologia del paese è sostanzialmente pianeggiante, tuttavia l’altitudine media è circa 1.000 metri con poche montagne concentrate vicino al confine con il Ruanda. L’altitudine mitiga il clima tropicale pertanto da dicembre a gennaio le temperature possono raggiungere al massimo i 29 gradi. Da aprile a ottobre c’è la stagione delle piogge che nel sud del paese può prolungarsi sino a novembre.

RISORSE MINERARIE ED ATTIVITÀ ESTRATTIVE : l’ Uganda dispone di consistenti giacimenti minerari unitamente a notevoli risorse naturali. Seppur con il 40% dell’area petrolifera esplorata sino ad ora, si pensi che 3,5 miliardi di barili di petrolio si trovano solo nel bacino del lago Alberto. Inoltre attività agricole, grazie a condizioni climatiche favorevoli, terreno fertile, laghi, fiumi, piogge regolari.

RELAZIONI TRA ITALIA E UGANDA E SVILUPPO DEL BUSINESS : Rilancio di relazioni bilaterali tra Italia e Uganda a seguito delle visite delle reciproche delegazioni dei Ministri in carica, in quanto oggi l’Uganda presenta grandi opportunità di espansione per imprese italiane interessate all’Uganda grazie al suo ruolo regionale di crescente rilievo.

CONTESTO POLITICO

La ultime elezioni generali in Uganda hanno ulteriormente rafforzato il ruolo del presidente e del suo partito National mentre l’opposizione continua ad essere frammentata, per cui è poco probabile ci sarà un cambio al vertice nel medio periodo. Ancora esistono delle tensioni tra le regioni interne del Buganda con statuto speciale, dotate di monarchia costituzionale e parlamento locale, e il regno di Bunyoro dove troviamo ingenti risorse petrolifere.

CONTESTO ECONOMICO

Sebbene ci siano state delle limitazioni nel versante delle infrastrutture energetiche e di collegamento terrestre non adeguate, il paese è riuscito a mantenere un buon tasso di crescita nell’economia reale anche negli ultimi anni di crisi generale. Il Piano di Sviluppo Nazionale 2010 – 2015 puntava proprio allo sviluppo delle infrastrutture come principale area di intervento. Seppur in diminuzione, le pressioni inflazionistiche sono suscettibili di variazioni che hanno ripercussioni sui prezzi dei generi alimentari e del greggio, nonché sul mantenimento del tasso di cambio stabile. Una risorsa di crescita potenziale dell’ Uganda nel medio – lungo periodo risulta la probabile scoperta di ulteriori giacimenti petroliferi nell’area del lago Alberto.

CONTESTO FINANZIARIO

25 banche commerciali e svariati enti di micro finanza operano sotto la supervisione della Bank of Uganda. Il settore bancario è in espansione e gli asset bancari rappresentano circa il 29% del PIL. L’ambito bancario è caratterizzato dalla presenza di 16 Istituti di Credito stranieri e il tasso di accesso al credito sia formale che informale è ancora basso (38%).

CONTESTO OPERATIVO

Benché il contesto operativo possa risentire di alcune criticità soprattutto negli apparati burocratici e giudiziari, il governo si fa garante verso gli investitori esteri, offrendo significativi incentivi fiscali ed evitando che ci sia una imposizione di controlli o restrizioni relativi ai pagamenti, alle transazioni o trasferimenti di capitali esteri. Permane un rischio relativamente ad attacchi terroristici collegati ad una instabilità della Regione che costituisce un aspetto di relativa vulnerabilità rispetto allo stato di sicurezza nazionale.

INDICI DI RISCHIO, BUSINESS CLIMATE RATING, KEY FIGURES

Indicatore di Rischio OCSE : 6
Doing Business 2014 (Business Climate) : 132 su 189
Index of Economic Freedom 2014 (Business Climate) : 91 su 178
Corruption Perceptions Index 2013 (Business Climate) : 140 su 177

CONDIZIONI ASSICURABILITÀ SACE

- RISCHIO SOVRANO : apertura con condizioni
- RISCHIO PRIVATO : apertura senza condizioni
- RISCHIO BANCARIO : apertura senza condizioni

LINK

Ambasciata di Italia a Kampala
Uganda sito istituzionale Governo

FONTI

- SACE (assicurazione dei crediti in Esportazione e garanzie assicurative di varia tipologia)
- IMF (Fondo Monetario Internazionale)

contact IBS by mail

Dropshipping start-up innovativa

Dropshipping start-up innovativa

Dropshipping processo di vendita senza magazzino

YOUDROOP, THE DROPSHIPPING MARKETPLACE B2B, Start-up innovativa che basa la propria idea di business sul DROPSHIPPING

IBS operando a livello internazionale nell’ambito dell’Internazionalizzazione, con l’obiettivo di agevolare le Aziende nei loro processi di espansione all’estero, ha deciso di promuovere YOUDROOP, una start-up innovativa che nasce a Torino nel 2014 e che basa il proprio modello di business sul dropshipping, modello di vendita che consente di incrementare in modo esponenziale i volumi e differenziare il portafoglio prodotti, gestendo nel contempo la logistica anche in commesse su estero.

dropshipping il fornitore carica i prodotti nell'e-commerce e i listini sono aggiornati

OBIETTIVO DI IBS:

Intercettare INVESTITORI, (piccoli investitori e/o big player) che siano interessati a far parte di questo progetto imprenditoriale, che ha forti margini di crescita e di successo. Anche IL SOLE 24 ORE, SIAMO SOCI, MILLIONARIE, HOEPLI, IL CORRIERE DELLA SERA, LA STAMPA, PMI.IT e SMAU si sono espressi positivamente appoggiando il progetto.

dropshipping e parlano di noi il sole 24 ore

MODELLO DI BUSINESS :

INNANZITUTTO COS’È IL DROPSHIPPING ?

Il Dropshipping, a volte indicato come “drop ship”, è fondamentalmente un modello di vendita di prodotti o generalmente di beni. La sua peculiarità è che il venditore effettua la vendita di un bene che non si trova nel suo magazzino, ma nel magazzino del fornitore ( grossista, produttore, magazzino, distributore ) che su indicazione del venditore, provvederà a spedire il bene al cliente finale, appena il pagamento sarà perfezionato.

VANTAGGI DEL DROPSHIPPING RISPETTO ALLA VENDITA TRADIZIONALE :

In questo modo, il venditore può concentrarsi sull’attività di vendita massimizzando il risultato commerciale, promuovendo una ampia gamma di prodotti ai suoi potenziali clienti, mentre il fornitore non dovrà preoccuparsi di trovare nuovi acquirenti e si concentrerà sul processo di consegna e sulla logistica, per garantire che il prodotto giunga secondo i tempi concordati e nella qualità attesa, al cliente finale.

L’intero processo sarà controllato dalla piattaforma di dropshipping, a partire dall’inserimento dell’ordine nel sito di E-commerce, fino alla conferma di ricezione e soddisfazione dell’utente finale che riceve il prodotto acquistato.

Un altro vantaggio significativo è quello che molte più persone potranno accostarsi alla vendita o rivendita di prodotti, potendo attivare dei business in assenza di grossi investimenti in immobilizzazioni e spese fisse, mentre per i fornitori ciò comporterà un incremento dei volumi di vendita sostanziale.

PERCHÈ SCEGLIERE YOUDROOP ? QUALI INNOVAZIONI TECNOLOGICHE APPORTA ?

Youdroop si pone l’ambizioso obiettivo di conquistare le Aziende che attualmente utilizzano il dropshipping, e numerosi nuovi clienti che ancora non conoscono le potenzialità del dropshipping, e che siano intenzionati a sceglierla come modalità di gestione dei processi logistici e di business.

Molte delle funzionalità che Youdroop ha introdotto e introdurrà sono attualmente assenti nelle piattaforme online disponibili, dunque questo costituirà un vantaggio competitivo e una innovazione nel modello di business del dropshipping.

Ecco cosa Youdroop consente oltre alle funzionalità classiche del dropshipping:

- Aggregare i re-seller;
- Ottimizzare la logistica;
- Creare E-commerce;
- ERP management ( Enterprise Resource Planning);
- Gestione Data Base prodotti;
- Modellatore di processi di Business.

La piattaforma di Youdroop vedrà nei prossimi mesi alcune evoluzioni ed upgrade del software, ottimizzazioni dei processi e test su un campione già consistente di Aziende registrate nel sito.

dropshipping e dati di mercato

CHI PUÒ UTILIZZARE YOUDROOP ?

FORNITORI:

- Artigiani;
- Grossisti;
- Distributori;
- Produttori;
- Discount Store;
- Cash and Carry.

RIVENDITORI:

- Negozianti;
- Imprenditori digitali;
- Free lance;
- E-commerce manager.

QUAL’ È IL PROCESSO LOGISTICO DEL DROPSHIPPING IN YOUDROOP ?

dropshipping e processo logistico

Il modello di business su cui si basa YouDroop è molto semplice:

- Il fornitore provvede a caricare i suoi prodotti nella sezione del sito dedicata. I listini saranno sempre aggiornati e in tempo reale i rivenditori disporranno di tutti gli aggiornamenti relativi ai prodotti.
- Il rivenditore seleziona i prodotti di suo interesse per esportarli su mercati online che ritiene più attrattivi attraverso un E-commerce o Web Shop.
- La spedizione del pacco sarà effettuata esclusivamente solo dopo la ricezione dell’avvenuto pagamento.

CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE COME FUNZIONA

FAQ

CLICCA QUI

LINK:

- Wikipedia : dropshipping
- Wikipedia : fornitore
- Wikipedia: rivenditore o distributore commerciale

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

contact IBS by mail

ELICOTTERO per vari utilizzi. VENDITA e scouting distributori ed agenti

ELICOTTERO per trasporto valori, trasporto alle piattaforme, pattugliamento frontiere, law enforcement. Richiesti acquirenti, distributori ed agenti

Twinpower 650 elicottero elicotteri helicopter
Twinpower 650 elicottero elicotteri helicopter taxi ambulanza

OBIETTIVO DI IBS

IBS società attiva nell’assistenza in progetti di Internazionalizzazione, operando in ambito internazionale, ha stretto una sinergia con una Azienda americana con sede legale e produttiva in Florida (Stati Uniti), specializzata nella costruzione e produzione di Elicotteri da 2, 4, ed 8 posti. OBIETTIVO DI IBS è trovare ACQUIRENTI, DISTRIBUTORI, AGENTI , interessati alla promozione / vendita di queste tipologie di elicottero, particolarmente versatili, molto economici rispetto alla media di mercato (fino al 50% di risparmio in funzione del modello e della configurazione scelta).

PROGETTO TWINPOWER 650 – PRESENTAZIONE AVIOTECH INTERNATIONAL www.aviotech.co

Tw650-009 foto2
Tw650-009

PREMESSA

La società AVIONAV fu fondata nel 2007 da un investitore Italiano residente in Tunisia ed è ancora operativa, tuttavia nel 2014 detto investitore italiano ha venduto l’attività ad un gruppo di investitori tunisini. La AVIONAV http://avionav.net/ durante gli anni 2009 – 2014 sviluppò il progetto di un elicottero equipaggiato con due rotori in tandem da 6 a 8 posti. Tale progetto relativo all’elicottero fu denominato TWINPOWER 650 e non fu venduto ed è in corso di realizzazione negli USA.

IL PROGETTO TWINPOWER 650

Il progetto TWINPOWER 650 è reso possibile e sviluppato grazie alla collaborazione di diversi fornitori USA. Un Cliente ha già sottoscritto un ordine per 50 elicotteri i quali saranno consegnati negli anni 2017 – 2021. Verranno consegnati 10 elicotteri ogni anno e il valore complessivo della fornitura è all’incirca di 60 milioni di dollari e comprende anche le parti di ricambio per le prime 500 ore di volo e il training.

ALTRI CLIENTI

Ci sono 2 richieste per il TWINPOWER dalla Libia e dalla Cina, entrambi i futuri clienti hanno già inviato delle ”lettere di intenti” per prenotare gli elicotteri. I clienti Libici e Cinesi potranno finalizzare i loro contratti di acquisto, appena la società verrà costituita in USA.

ASPETTI TECNICI
motore engine Twinpower 650
I due rotori del TWINPOWER sono quelli del Sikorsky (USA);
La turbina standard è prodotta dalla Pratt & Whitney (Canada);
L’avionica è della Garmin (USA);
La catena cinematica della ZF AVIATION (USA).

Classificazione USA : experimental;
Numero posti : 7-8 posti;
Potenza Massima : 650 HP ;
Motore : ALLISON C30M TURBINA;
Carburante : JP-4 – Aeronautical Kerosene ;
Controlli : Electronic Throttle Governor, FADEC ( Fully Automatad Digital Electronic Control);
Capacità del serbatoio : 450 Litri + serbatoio aggiuntivo a richiesta di altri 200 Litri;
Consumo di carburante : 108 – 110 Litri / ora;
Standard range : 600 Km approssimativamente;
Autonomia di volo : 4 ore circa (senza serbatoi di carburante aggiuntivi);
Velocità di crociera : 153 km/h – 74 kts;
Velocità Max : 160 km/h – 87 kts;
Peso a vuoto : 1500 Kg;
Lunghezza complessiva : 16,50 metri incluse le eliche;
Altezza : 2,62 metri;
Customizzazione : possibili customizzazioni, KIT aggiuntivi, optional e strumentazione addizionale rispetto all’equipaggiamento di base.

PROGRAMMA FINANZIARIO USA

Grazie al capitale iniziale di 1 milione di dollari e al sistema bancario USA che si è reso disponibile a sostenere questo progetto attraverso garanzie bancarie, lo staff italiano inizierà a realizzare la produzione del TWINPOWER in USA.

CENTRO DI PRODUZIONE

La produzione avverrà in una località situata vicino alla città di Sanford in Florida.

PAGAMENTO E REGISTRAZIONE IN USA

La società costruttrice Aviotech non chiede anticipi né acconti, esclusivamente le spese di matricolazione e assicurazione che sono pari al 3% del valore dell’elicottero.
Il pagamento dell’elicottero TWINPOWER è previsto alla consegna in USA;
Il pagamento viene perfezionato solo dopo l’esito favorevole delle prove di volo;
L’elicottero viene consegnato al cliente già registrato negli USA nella categoria “experimental” e già assicurato.

AMBITI DI UTILIZZO DELL’ELICOTTERO

ELICOTTERO per uso TRASPORTO VALORI;
Servizio di TRASPORTO alle PIATTAFORME ( personale, materiali, ecc.);
Servizio di PATTUGLIAMENTO DELLE FRONTIERE sia terrestri che marittime;
Servizio di “LAW ENFORCEMENT” offerto per interventi rapidi dei corpi di Polizia in località disagiate.

ALTRI MODELLI DISPONIBILI
All’interno del nuovo centro industriale in Florida verranno anche assemblati e collaudati altri 2 elicotteri a 2 posti tipo GHIBLI 160 ed a 4 posti tipo GHIBLI 260. Questi ultimi sono elicotteri attualmente realizzati direttamente dai clienti e venduti in kit di montaggio. Entrambi i modelli menzionati sono operativi 100% ed in volo in tutto il mondo.

DOWNLOAD SCHEDA TECNICA

- CLICCA QUI per Download Scheda Tecnica aggiornata TWINPOWER 650.
- CLICCA QUI per Confronto Carburante “Benzina Verde” e “JP-4 Kerosene Aeronautico” per alimentare l’Elicottero.

LINK:

- www.aviotech.co
- Wikipedia: Elicottero
- Wikipedia: Rotore
- Wikipedia: Autorotazione
- Wikipedia: Ala
- Wikipedia: La portanza

CONTATTACI

Acquirenti, agenti, distributori interessati ad acquisire maggiori informazioni sugli elicotteri, sono pregati di prendere contatto con IBS attraverso il format di contatto che segue. Si ringrazia per l’attenzione.

contact IBS by mail

Merging and Acquisition

Merging and Acquisition

merging-and-acquisition-mergers-investors
MERGING AND ACQUISITION (Fusioni e Acquisizioni)

SETTORE / ATTIVITÀ : Biomedicale Pharma, Medical Orthopaedic Devices, ICT Realtà aumentata, ICT Internet Of Things, Food Salumi, Food Conserve di Pomodoro, Food Ristorazione, Plastica Componenti e Stampi, Elettromeccanica Componenti, Food Materie Prime, Food Produzione cioccolato.

TIPO DEAL : Start-Up, Turnaround, Acquisizione, Acquisizione / Aumento di capitale

DESCRIZIONE ATTIVITÀ :

- Realizzazione di una piattaforma farmacologica per la cura di malattie oncologiche.
- Realizzazione di un sistema tecnologico innovativo per la produzione di protesi ortopediche standard (no trauma) mediante 3D Printing (sinterizzazione da polveri) e conseguente assoluta “customizzabilità” dei prodotti sul singolo paziente.
- Realizzazione di soluzioni di Realtà Aumentata, sia per utilizzi “marketing oriented” sia per utilizzi “value adding”.
- Realizzazione di un hub per il monitoraggio di tutti i devices domestici
- Realizzazione di soluzioni ” Machine-To-Machine ” per il potenziamento del controllo dei processi industriali e la gestione delle manutenzioni.
- Produzione di salumi
- Produzione di conserve di pomodoro
- Produzione di sughi pronti a base di pomodoro
- Produzione beni alimentari
- Gestione attività di ristorazione ed alberghiera
- Gestione piccola catena di autogrill
- Produzione componenti in materiale plastico
- Costruzione stampi
- Produzione ventole per automotive e per elettrodomestici
- Commercializzazione di latte in polvere
- Produzione e commercializzazione prodotti di cioccolateria

INFORMAZIONI DISPONIBILI PER I PROGETTI UNITAMENTE A BUSINESS PLAN DETTAGLIATO :

- RISK LEVEL
- ACTUAL ENTERPRISE VALUE (/1.000 €)
- FATTURATO (/1.000 €)
- EBITDA (%)
- PFN (/1.000 €)
- POTENZIALITA’ DI CRESCITA / FATTURATO RAGGIUNGIBILE (/1.000 €)
- FABBISOGNO OGGETTO DEL ROUND (/1.000 €)
- QUOTA CEDUTA CON IL ROUND
- IRR ATTESO
- WAY-OUT PERIOD (Nr Years)
- WAY-OUT CASH MULTIPLE
- STRATEGIA DI EXIT
- EVENTUALI PARTNERS NELL’OPERAZIONE.

Per Informazioni di maggiore dettaglio ti preghiamo di contattarci via Mail o Telefonicamente per concordare le modalità di disclosure delle informazioni riservate.

contact IBS by mail

News Archivio

News Archivio

news-archivio-notizie-pubblicate

Archivio Notizie – News pubblicate

HIGHLIGHTS : opportunità di business nei paesi esteri sia nell’Unione Europea sia in paesi extra-UE in vari settori merceologici ed altre news.

BUSINESS MATCHING : business matching, incontri B2B, missioni commerciali ed imprenditoriali. Incontri di business su richiesta in base alle esigenze delle Aziende clienti. Per formulare una richiesta di business meeting specifica o per le news sugli eventi programmati contattaci.

OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO FINANZIARIE: opportunità di investimento per investitori finanziari, opportunità di investimento in startup innovative e investimenti in progetti industriali. Per le ultime news ed aggiornamenti scrivici.

PIATTAFORMA TRADES piattaforma BtoB, business to business Pandora Trades International.

REAL ESTATE MAROCCO : progetto immobiliare in Marocco a Casablanca, palazzine di lusso con domotica avanzata, sistemi di ventilazione, progetto smart city. Per maggiori informazioni, per le modalità di collaborazione e per le ultime news sul progetto inviare richiesta scritta.

VENDITA KNOW-HOW : settore pietre d’arredo per paesi Extra-UE, assistenza nella fase di startup struttura produttiva ed operativa, inclusa formazione e training del personale. Per news sui paesi dove è in corso trattativa ti preghiamo di scriverci una richiesta.

PRODOTTI FARMACEUTICI: richiesti acquirenti, distributori e partnership strategiche per prodotti farmaceutici ambito chirurgia e medicina rigenerativa, tessuti, apparecchiature e biotecnologie.

FORNITURA DI FAVE DI CACAO E BUCCE DI CACAO DA PRODUTTORE IN MALESIA: è possibile fornire a seguito di una richiesta, quotazione per fave di cacao e bucce di cacao, tramite produttore in Malesia. Le fave di cacao (cocoa beans) trovano utilizzo nella produzione del cioccolato. Le bucce di cacao (cocoa shells) rappresentano un prodotto secondario della lavorazione, stanno acquistando sempre più segmenti di mercato sia in ambito zootecnico, nella prevenzione di rischi cardio-vascolari in suini e si crede bovini, sia nell’ambito degli integratori alimentari, e nella produzione di energia. Le varie componenti nutrizionali, includono acidi grassi liberi, azoto, potassio, manganese e altri. Per info e per chiedere una quotazione CLICCA QUI

CACAO : cacao grezzo in semi da macinare, origine Costa d’Avorio il maggior produttore mondiale di fave di cacao per la successiva produzione di cioccolato.

PRODUTTORE OLIO DI GIRASOLE : produttore olio di girasole origine mar nero, prodotto grezzo o raffinato, possibile fornire sia bulk che bottiglie, prezzo competitivo, minimo 1 container / mese via nave o su gomma ordine minimo 1 camion.

WHISKY : distilleria in Slovenia è in grado di fornire whisky di ottima qualità con produzione industriale in bulk o in bottiglia a prezzi di grande interesse per grossisti e rivenditori. Per preventivi e news contattaci.

PRODOTTI PETROLIFERI : mediante società distributrice in Italia di prodotti petroliferi con 26 piattaforme di proprietà dislocate sul territorio nazionale, possiamo agevolare il contratto per la fornitura dei seguenti prodotti. METANO tramite Raffinerie primarie e società con l’esclusiva della distribuzione in Europa del prodotto dunque con uno sconto rispetto a distributori secondari. GPL e PROPANO, GASOLIO DA AUTOTRAZIONE (EN 590 – 10 PPM, BENZINA. Per grossi buyer, end user o end buyer di grosse quantità detta società può gestire il rapporto direttamente con le Raffinerie pertanto può organizzare il trasporto via nave di grossi volumi con prezzi competitivi. Anche di JP54 e altri prodotti.

DROPSHIPPING STARTUP INNOVATIVA : a volte indicato come drop ship, startup innovativa che presenta un modello di business migliorativo rispetto al business model delle società presenti sul mercato. Il drop shipping consente un increment dei volume di vendita, potendo gestire la logistica anche su commesse estero su estero. La peculiarità è che il bene o la merce si trovano nel magazzino del fornitore e il venditore, che è una entità separata, può perfezionare la vendita e il bene verrà spedito direttamente dal magazzino fornitore al cliente finale, esclusivamente dopo che il pagamento sarà perfezionato. Tutto il processo di vendita e la supply chain integrata sono gestite da un sito. Contattaci per aggiornamenti e ultime news di progetto.

ELICOTTERO SCOUTING ACQUIRENTI : elicottero 8 posti di produzione Americana per trasporto valori, trasporto alle piattaforme, pattugliamento frontiere, law enforcement. Costi molto più bassi dei costi medi di mercato. Scouting acquirenti e distributori. Per ricevere news sul progetto invia richiesta tramite mail.

CUSCINO ALLETTATI OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO : startup innovativa e brevetto frutto di tecnici specializzati in fisioterapia, che hanno prodotto un nuovo cuscino allettati che resolve o migliora molte delle problematiche che affliggono le persone costrette per gravi malattie o patologie croniche a lunge degenze ospedaliere o presso il proprio domicilio. Si cercano investitori. Per Teaser e business plan dettagliato si prega di inviare una mail e qualificarsi indicando i propri riferimenti di contatto.

LC – LETTERA DI CREDITO E GARANZIE : gestione di operazioni di credito documentario LC (letter of credit), e garanzie bancarie internazionali.

FONDI PARITETICI INTERPROFESSIONALI fondi paritetici interprofessionali per l’export e i mercati esteri. Fondimpresa, Fapi, Fart, Fonarcom, Fondirigenti, Fondir, ecc.

VANTAGGI AEO : i vantaggi dello status di esportatore autorizzato AEO (operatore economico autorizzato). Per una consulenza su come essere accreditato operatore AEO e per le ultime news normative contattaci.

AEO UNIONE EUROPEA E CINA : operatore economico autorizzato AEO e mutuo riconoscimento tra Unione Europea e Cina.

ETICHETTE ALIMENTARI : le etichette alimentari, nuove indicazioni obbligatorie.

INDIAN COMPANIES ACT : in vigore le modifiche del nuovo Indian companies act.

IMPORT EXPORT FOOD AND BEVERAGE opportunità per esportare, e prodotti di importazione food and beverage.

CREDITO D’IMPOSTA credito d’imposta e destinazione Italia, la modalità per ottenere un beneficio fiscale in attività di ricerca e formazione attraverso enti universitari qualificati ed accreditati.